Bill Homes

"E' stato un piccolo miracolo di coincidenze e risultati qualche anno fa l'arrivo da Londra di Bill tra di noi. Ce lo immaginiamo che si gira intorno, con quella sua aria tipica, alto e dinoccolato, ad annusare con gli occhi i riposti segreti delle bellezze del nostro paesaggio. E qualcosa il suo sguardo, la sua intelligenza e il suo cuore hanno saputo cogliere, perché da allora lui ha cominciato a riprodurre in decine e decine di acquerelli precisi e armoniosi il nostro mondo di pietra, ponti, capanne, ruderi, ovili, muretti, verginine, viottoli, mulini, cappelle, essicatori, tetti muschiosi, finestre vuote... Un mondo che per magia sembra rivivere dai suoi disegni: voci squillanti dei bambini nelle aie, rumori quieti delle opere domestiche, il belare di una pecora, il rumore sull'acciottolato di un carretto, lo scorrere dell'acqua del torrente, all'alba un gallo che canta, la notte un usignolo".
di Francesca Vogesi, in occasione della presentazione di "Tre viaggi lungo la Limentra occidentale", agosto 2002.

E' nato a Londra, dove ha studiato ed ha esercitato la professione di architetto. Insegnante di design alla scuola di architettura della South Bank University.
Ama moltissimo l'Italia, la sua gente la sua cultura ed ha pubblicato diversi volumi di disegno acquarellati delle costruzioni tradizionali dell'Appenino: Limentrella, nel 1995; Le pietre dell'alta Limentra Orientale, nel 1996; Gli insediamenti della bassa Limentra Orientale, nel 1999; Tre viaggi lungo la Limentra occidentale, 2002.
In collaborazione con Piero Balletti ha pubblicato nel 1997 Acquerelli in fiore ed in collaborazione con Renzo Zagnoni e Aniceto Antilopi, ha pubblicato i volumi: Il Romanico Appenninico, 2000; Pitigliano e Affrico, 2001.
Ha tenuto diverse mostre dei suoi disegni a Londra, Ferrara ed in varie località delle province di Pistoia e Bologna.


Richiesta Residenza