Carta d'identità

Ultima modifica 15 febbraio 2022
Oggetto della prestazione

La Carta di Identità Elettronica (CIE) è il documento d’identità dei cittadini italiani emesso dal Ministero dell’Interno e prodotto dal Poligrafico e Zecca dello Stato che, grazie a sofisticati elementi di sicurezza e anticontraffazione, permette l’accertamento dell’identità del possessore e l’accesso ai servizi online delle Pubbliche Amministrazioni sia in Italia che in diversi Paesi dell’Unione Europea. La Carta di Identità Elettronica è prima di tutto uno strumento con cui è possibile accertare l’identità del titolare. Inoltre, grazie al microchip contactless, la CIE consente al titolare di completare importanti operazioni, come l’accesso ai servizi online delle Pubbliche Amministrazioni abilitate alla CIE. Grazie all’uso sempre più diffuso dell’identità digitale, molte pubbliche amministrazioni, infatti, hanno integrato il sistema di identificazione “Entra con CIE” all’interno dei loro servizi online, consentendo agli utenti un accesso veloce e in sicurezza. La CIE permette di firmare un documento digitale attraverso una firma elettronica avanzata (FEA) sia nel contesto della Pubblica Amministrazione che tra privati.

La carta d'Identità Cartacea potrà essere richiesta solo in casi di reale e documentata urgenza per motivi di: salute, viaggio, consultazione elettorale. partecipazione a concorsi o gare pubbliche.

Modalità di richiesta

La Carta di Identità Elettronica può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o dimora a partire da centottanta giorni prima della scadenza della propria carta d’identità o in seguito a smarrimento, furto o deterioramento.

La Carta di Identità Elettronica è un documento di riconoscimento che può essere rilasciato ai cittadini italiani minorenni fin dalla nascita.I minori possono richiedere il documento valido per l’espatrio se entrambi i genitori sono presenti  al momento dell’emissione della CIE. A partire dai 12 anni compiuti al minore sono rilevate due impronte digitali e dovrà appore la propria firma grafica sul documento. Per i minori di 14 anni è possibile richiedere anche l’indicazione dei nomi dei genitori, o di chi ne fa le veci, sul retro del documento

Per i cittadini residenti all’estero iscritti all’AIRE, la Carta di Identità Elettronica può essere richiesta presso il Consolato di riferimento

Modalità e tempi di erogazione del servizio

 

È l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato a personalizzare, stampare e spedire al cittadino la Carta di Identità Elettronica. All’atto di presentazione della richiesta al Comune, i cittadini residenti in Italia possono scegliere una tra le diverse modalità di consegna del documento,che avverrà in sei giorni lavorativi. È possibile indicare una persona delegata al ritiro del documento, per farlo bisogna dare le sue generalità all’operatore comunale al momento della richiesta.

  1. presso l’indirizzo di residenza;
  2. presso un indirizzo di sua preferenza;
  3. presso il proprio Comune.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       
Documentazione da presentare

Quando si fa la richiesta è consigliabile avere il codice fiscale o la tessera sanitaria, così da velocizzare le attività di registrazione.

PER IL PRIMO RILASCIO

PER IL RINNOVO

PER IL RILASCIO A SEGUITO DI SMARRIMENTO O FURTO

  • altro valido documento di riconoscimento. Se l'interessato non è in possesso di nessun altro documento, deve presentarsi con due testimoni maggiorenni muniti di documento in corso di validità, che dichiarino di conoscere personalmente l'interessato
  • denuncia di furto o smarrimento, in originale, rilasciata dall'autorità di Pubblica Sicurezza (Questura o Carabinieri)
  • una fototessera in formato cartaceo o elettronico su supporto USB. Per il formato della foto utilizzare il segunte link https://www.cartaidentita.interno.gov.it/cittadini/modalita-di-acquisizione-delle-foto/

PER IL RILASCIO A SEGUITO DI DETERIORAMENTO

  • documento deteriorato e altro valido documento di riconoscimento nel caso in cui il deterioramento lo abbia reso illeggibile. Se l'interessato non è in possesso di nessun altro documento, deve presentarsi con due testimoni maggiorenni muniti di documento in corso di validità, che dichiarino di conoscere personalmente l'interessato; sarà cura dell'impiegato addetto redigere il verbale di deterioramento (vedi modelli allegati)
  • una fototessera in formato cartaceo o elettronico su supporto USB. Per il formato della foto utilizzare il segunte link https://www.cartaidentita.interno.gov.it/cittadini/modalita-di-acquisizione-delle-foto/

ATTENZIONE: sia per il primo che per i successivi rilasci della carta di identità, se il soggetto è separato o divorziato ed ha figli minori, per ottenere il rilascio della carta d'identità valida per l'espatrio occorre l'assenso dell'altro genitore legittimo. Se il richiedente è genitore vedovo, non necessita di alcuna autorizzazione in quanto rappresenta l'unico soggetto ad avere l'esclusiva facoltà di individuazione dell'interesse del minore.
L'autorizzazione dal Giudice Tutelare è necessaria solo in quei casi in cui l'altro genitore rifiuti di dare il proprio assenso ed in quei casi relativi a situazioni in cui debba esprimersi altra Autorità Giudiziaria.

PER IL RILASCIO A CITTADINI STRANIERI RESIDENTI NEL COMUNE

Oltre ai documenti indicati nei precedenti casi, occorre presentare il permesso di soggiorno in corso di validità, rilasciato dalla Questura territorialmente competente. Il documento viene rilasciato non valido ai fini dell'espatrio.

Contributi a carico dell'utente

Per il rilascio della Carta di Identità Elettronica occorre versare presso le casse del Comune, la somma di € 16,79 oltre i diritti fissi e di segreteriaqualora previsti, per un totale di 22,00 euro in caso di rinnovo o prima emissione, 27,00 euro in caso di deterioramento, smarrimento o furto È importante conservare il numero della ricevuta di pagamento.

Eventuali note per l'utente

VALIDITA'

La durata varia in base all’età del cittadino.

  • Dura 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni
  • Dura 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni
  • Dura 10 anni per i maggiorenni

Per essere valida per l'espatrio, il richiedente maggiorenne dovrà dichiarare al momento del rilascio, di non trovarsi in alcuna delle cause ostative al rilascio del passaporto.

Si può viaggiare muniti di carta d’identità valida per l’espatrio verso le destinazioni seguenti (in ordine alfabetico): Albania, Andorra, Austria, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Gibilterra, Grecia, Guadalupa, Guyana francese, Irlanda, Islanda, Kazakistan, Kirghizistan, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Martinica, Moldavia, Monaco (Principato di Monaco), Montenegro, Nauru, Norvegia, Paesi bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica di Macedonia del nord, Repubblica di Serbia, Réunion, Romania, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia, Turchia e Ungheria.

ATTENZIONE: Sulla carta d'identità viene riportata la condizione dello stato civile solo su precisa richiesta del titolare.
Gli stati, fatti, e qualità personali desumibili dalla carta d'identità, possono sostituire i relativi certificati quando richiesti da Pubbliche Amministrazioni, Gestori o Esercenti di Pubblici Servizi. Vedi scheda AUTOCERTIFICAZIONE


RECLAMI, RICORSI E OPPOSIZIONI

Reclami possono essere presentati per scritto indirizzandoli al Sindaco e specificando in modo chiaro le ragioni che si intende far valere od i diritti che si ritengono violati.

Avverso il provvedimento conclusivo può essere proposto ricorso giurisdizionale innanzi al T.A.R. entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione del provvedimento stesso, oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla comunicazione del provvedimento.

La Carta di Identità Elettronica (CIE) è la chiave di accesso, garantita dallo Stato e rilasciata dal Ministero dell’Interno, che permette al cittadino di autenticarsi in tutta sicurezza ai servizi online di enti e pubbliche amministrazioni che ne consentono l’utilizzo. Infatti, con la realizzazione del nodo eIDAS italiano si completa il progetto di cittadinanza digitale europea, che permette ai titolari di una CIE di accedere anche ai servizi online di altri Paesi dell’Unione Europea (ad esempio servizi universitari, bancari o delle pubbliche amministrazioni). La Carta di Identità Elettronica può essere utilizzata come strumento di autenticazione digitale attraverso un computer, uno smartphone o entrambi.Per farlo è necessario avere le 8 cifre del PIN: la prima parte viene consegnata alla richiesta della carta, la seconda alla consegna del documento. Una guida all’autenticazione mediante CIE nelle tre modalità è disponibile attraverso il link seguente https://idserver.servizicie.interno.gov.it/idp/tutorial/tutorial.jsp

Aggiornata a febbraio 2022

Leggi e norme di riferimento

 

 

Referenti Cecchini Franca, Noemi Mazzoni
Responsabile Dott. Viola Fini