IMPORTANTE MISURE DI CONTENIMENTO SULLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID 19 NEGLI AMBIENTI DI LAVORO DELLE ATTIVITÀ' PRODUTTIVE, ARTIGIANALI, COMMERCIALI, STUDI PROFESSIONALI, UFFICI PRIVATI, ecc.

CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE n.595 del 11-05-2020:
il protocollo anti-contagio, di cui all’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 48 del 3 maggio 2020, può essere trasmesso a Regione Toscana con le seguenti modalità:
- compilazione on line sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari. In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente a video, durante la compilazione, con contenuti uguali a quelli riportati negli allegati alla presente delibera (VEDI SOTTO PER LE ISTRUZIONI);
- trasmissione tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., compilando, per l’attività di competenza, lo specifico allegato alla presente delibera. In tal caso alla mail dovrà essere allegato, oltre al protocollo, la copia del documento di identità in corso di validità del firmatario del protocollo; farà fede per la dimostrazione dell’avvenuta trasmissione, la copia della mail di trasmissione; - non sono accettati protocolli trasmessi con PEC.
2.Ai fini della trasmissione tramite e-mail del protocollo anti-contagio sono approvati i seguenti allegati alla presente delibera:
- Allegato 1: Format per tutte le attività lavorative che non prevedano rapporti con la clientela
- Allegato 2: Format per attività commerciali
- Allegato 3: Format per uffici privati, libere professioni e lavoratori autonomi.

Si ricorda che, per le attività già ripartite alla data del 18 aprile (qualora non avessero ancora effettuato tale comunicazione), l'invio va completato entro il 31 maggio p.v..

Per tutte le altre attività il protocollo anti-contagio dovrà essere compilato e inviato dal titolare dell’attività entro 30 gg dalla riapertura.

Si specifica che l'ordinanza 48 del 3 maggio 2020 si applica a tutti i luoghi di lavoro - ad eccezione degli ambienti sanitari, dei cantieri e delle aziende di tutti i servizi pubblici locali che hanno sempre assicurato lo svolgimento dei servizi applicando il Protocollo condiviso del 14 marzo 2020 -  dove operano più persone, indipendentemente dal rapporto contrattuale (dipendenti, collaboratori, autonomi....) e/o dove ci sono rapporti con l'esterno. Insomma il termine  "datore di lavoro" è inteso in senso estensivo (non con riferimento al d.lgs. 81/2008), poiché l'obiettivo è contrastare la diffusione del contagio in tutti i luoghi di lavoro. Solo chi lavora da solo e non ha contatti con l'esterno non rientra nell'ambito di applicazione dell'ordinanza. 

Il protocollo anti-contagio dovrà essere stampato e sempre reso disponibile presso l’attività per i controlli previsti dalla legge.

Non sono accettati protocolli trasmessi con PEC.

Clicca qui per scaricare le FAQ

ATTENZIONE: Per quesiti sulla presentazione del protocollo scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Richiesta Residenza

scatvids.club A LOT OF CRAP javcinema.com